menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cadavere trovato al confine col Molise: "Lo hanno massacrato di botte"

Il corpo di Ion Situ, 46 anni, trovato nella notte vicino a un rudere tra San Salvo e Montenero di Bisaccia. E' stata una telefonata anonima a segnalare la presenza ai carabinieri. Al momento c'è un sospettato

Il cadavere di un uomo è stato rinvenuto la notte scorsa nelle campagne tra San Salvo e Montenero di Bisaccia.

L'uomo è stato identificato in Ion Situ, 46 anni, di nazionalità romena. Il suo corpo tumefatto e coperto di lividi giaceva nei pressi di un rudere in contrada Padula, al confine tra Abruzzo e Molise. E' stata una telefonata anonima a segnalare la presenza ai carabinieri della compagnia di Termoli.

Per la Procura di Larino (Campobasso), che indaga sui fatti, l'uomo è stato picchiato selvaggiamente fino a morire. Al momento c'è un sospettato per il delitto: si tratta di un connazionale di Situ, fermato dai carabinieri a Montenero di Bisaccia. Ma a pestare a sangue e a lasciar morire a terra il 46enne potrebbe essere stata più di una persona secondo gli inquirenti, che stanno cercando di ricostruire le ultime ore di vita dell'uomo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento