Cronaca

Fucile da caccia e cartucce in macchina, denunciato un cacciatore di frodo

L'uomo è stato fermato dai carabinieri ieri sera, ma la stagione venatoria è chiusa da tempo e comunque non avrebbe potuto cacciare oltre l'imbrunire

Si era fermato con l'auto sul ciglio della strada, ma, quando ha visto arrivare la pattuglia dei carabinieri, ha ripreso la marcia cercando di allontanarsi. Si è scoperto così che l'uomo aveva in macchina un fucile da caccia e diverse cartucce: verosimilmente stava iniziando una battuta di caccia. 

Per questo un 50enne di Giuliano Teatino è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Miglianico per caccia di frodo e porto abusivo di armi e munizioni. 

È accaduto ieri sera, a Miglianico, quando i militari hanno notato l'auto in una zona di campagna. Quando hanno fermato il conducente, chiedendogli perché fosse ripartito alla vista dell'auto dei carabinieri, l'uomo non ha fornito una motivazione valida. 

A quel punto, è scattata la perquisizione dell'auto. Nell’abitacolo i carabinieri hanno trovato un fucile da caccia, a cui era stata applicata con nastro adesivo una potente torcia ed una decina di cartucce a palla singola e a pallettoni.

I carabinieri hanno ritenuto che il 50enne stesse andando a caccia di frodo: la stagione venatoria, infatti, è chiusa da alcuni mesi e comunque non sarebbe stato possibile praticarla a quell'ora, in quanto l'imbrunire era passato da un po'.

Oltre al fucile ed alle munizioni, i carabinieri di Miglianico gli hanno ritirato anche le armi e le munizioni che l'uomo deteneva legalmente e il porto d’armi, in attesa dei provvedimenti della prefettura e della questura di Chieti.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fucile da caccia e cartucce in macchina, denunciato un cacciatore di frodo

ChietiToday è in caricamento