Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via IV Novembre

Il busto di Chiarini torna (più o meno) al suo posto, completati gli interventi alla villa

La stuatua ricollocata, dopo anni di abbandono, in viale IV Novembre, completati inoltre i lavori alla scalinata che collega la parte bassa della villa comunale a Villa Frigerj

Chissà se anche Giovanni Chiarini si sta chiedendo se la sua ricomparsa alla villa comunale prima del 31 maggio abbia qualcosa a che vedere con le elezioni comunali. Indubbiamente, il ritorno del busto dell’esploratore teatino nei giardini pubblici, anche se spostato di qualche decina di metri, farà felici i tanti cittadini che in questi anni di assenza, abbandonato nei magazzini comunali, non lo hanno dimenticato tempestando di lettere Comune e Soprintendenza per invocare il suo ritorno dopo i grandi lavori su piazzale Mazzini.

Il busto è stato scoperto questa mattina dal sindaco e dall’assessore ai Lavori Pubblici lungo viale IV Novembre, all’interno dell’aiuola ovale ai piedi del muraglione del Seminario regionale. Rispetto alla vecchia postazione, di fianco alla Casina dei tigli, è stato arricchito  da un basamento in calcestruzzo armato rivestito con lastre di travertino, su cui poggia. Sulla sommità compare il nome dell’autore del busto, l’artista Trieste Del Grosso, mentre sulla parte bassa del monumento figura un’immagine del continente africano, meta dell’ultima spedizione dell’esploratore nel 1879, con incise le ultime parole che Chiarini avrebbe pronunciato prima di morire.

Non è il solo intervento che ha interessato la villa comunale dal mese scorso:  sono infatti terminati anche i lavori alla scalinata che collega la parte bassa dei giardini a piazzale Bergia e Villa Frigerj, attraverso la sostituzione delle lastre di marmo danneggiate

I lavori, costati circa 16.000 euro, provenienti da economie intervenute durante la riqualificazione della villa comunale, sono stati diretti dal Servizio Verde Pubblico del Comune e sono terminati con una settimana di anticipo rispetto a quanto annunciato ad aprile.

“Continuiamo ad arricchire la più grande area pubblica della nostra città – le parole di Di Primio - rendendo onore a straordinari personaggi della nostra storia. Continueremo con il riposizionamento di altri monumenti all’interno della Villa perché è questo il luogo in cui celebrare le bellezze della città e la grandezza della nostra storia”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il busto di Chiarini torna (più o meno) al suo posto, completati gli interventi alla villa

ChietiToday è in caricamento