rotate-mobile
Cronaca

Tredicenne preso a calci e pugni lungo corso Marrucino: due minori rischiano di finire sotto processo

La madre del giovane aggredito ha presentato denuncia alla polizia che ha identificato tramite le telecamere di videosorveglianza presenti lungo il corso tre giovanissimi che hanno rispettivamente 13, 14 e 16 anni

Lo hanno aggredito in tre lungo corso Marrucino con calci e pugni. È accaduto lo scorso 1 aprile in pieno centro a Chieti nelle prime ore del pomeriggio.

Il ragazzo stava tornando a casa dopo aver giocato a pallacanestro quando sarebbe stato circondato da un gruppo formato da tre ragazzi che lo hanno bloccato e inziato a infastidirlo.

Dopo essersi impossessati della sua palla da basket tirata via dallo zaino del malcapitato hanno iniziato a passarsela tra di loro per poi arrivare a chiedere dei soldi al tredicenne che scappa. I tre lo inseguono prendendolo a calci e pugni.

La madre del giovane aggredito ha presentato denuncia alla polizia che ha identificato tramite le telecamere di videosorveglianza presenti lungo il corso i tre giovanissimi che hanno rispettivamente 13, 14 e 16 anni.

Il primo per legge non è imputabile, per gli altri due c'è il rischio di andare a processo. L'accusa chiede il concorso in tentata rapina perché, in base alla ricostruzione del pubblico ministero, l'obiettivo dei bulli era quello di portare via lo zaino della vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tredicenne preso a calci e pugni lungo corso Marrucino: due minori rischiano di finire sotto processo

ChietiToday è in caricamento