Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Crateri nell'asfalto e alberi caduti: a rischio automobilisti e pedoni

Strade importanti sorvegliate speciali, la villa comunale chiusa ai pedoni, al cimitero niente visite fino al 29 gennaio

Non è solo viale Amendola a far paura a Chieti. Il maltempo delle ultime due settimane ha lasciato dietro una scia di danni con cui probabilmente la città sarà costretta a convivere a lungo. La stima, per ora, ammonta a 2 milioni di euro, ma la cifra potrebbe salire. 

Le strade comunali sono costellate di buche enormi, veri e propri crateri che mettono a rischio l’incolumità degli automobilisti. E dal sindaco Umberto Di Primio arriva l’invito a “prestare la massima attenzione nel percorrere le strade, raccomandando alle persone anziane e ai disabili di usare accortezza e di uscire solo se necessario”. 

Oltre a viale Amendola, come già detto, in via Miglianico, traversa di via Colonnetta è stato riscontrato un dissesto, mentre via dei Vestini, importante strada che ospita l’ospedale clinicizzato e l’università, ha subito un avallamento. Problemi anche in via Trieste del Grosso, dove due giorni fa c’è stato il crollo di un cortile, e in via dei Frentani, per una frana. Ma l’elenco delle strade in difficoltà è probabilmente destinato a crescere, considerato che su vie molto trafficate, come via Colonnetta, via Salomone sul Colle e viale Benedetto Croce allo Scalo, le buche sull’asfalto sono aumentate a vista d’occhio. 

Ma ci sono pericoli anche per i pedoni. Il Comune, infatti, ha istituito il divieto di transito pedonale a tutti gli accessi della Villa Comunale, ad eccezione dell'asse lungo viale IV Novembre, piazzale Mazzini e piazzale Ramelli, “per motivi di pubblica incolumità nonché di carattere tecnico”. Sono moltissimi, infatti, i rami degli alberi ad alto fusto in equilibrio precario, che potrebbero mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini.

Inoltre, moltissime piante si sono abbassate fino al livello della strada a causa del peso della neve, altri sono caduti causando diversi disagi. In particolare, le piante all’interno del cimitero comunale hanno subito diversi danni e, per garantire l’accesso alla struttura in totale sicurezza, servono interventi di potatura e rimozione rami. Ecco perché le visite ai defunti, già sospese fino a domenica (22 gennaio), saranno interrotte anche da lunedì (23 gennaio) alla prossima domenica (29 gennaio).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crateri nell'asfalto e alberi caduti: a rischio automobilisti e pedoni

ChietiToday è in caricamento