Bombe a mano nel capannone: arrestato il custode

Operazione dei carabinieri del NOR di Chieti che ieri in località Colle Pizzuto a Pescara hanno sequestrato le armi, di fabbricazione estera, assieme a piantine di cannabis. Le bombe sono state fatte esplodere in area protetta

I carabinieri del NOR di Chieti ieri pomeriggio hanno perquisito un’area costituita da capannoni e container in località Colle Pizzuto a Pescara. Qui hanno trovato due bombe a mano mod. m75, di fabbricazione estera, con relativi accenditori separati, assieme a 4 piantine di cannabis alte circa 20 centimetri.

Il presunto custode del luogo, B.R., 50 anni, è stato subito arrestato. L’operazione è stata coadiuvata da un’unità cinofila antidroga.

Il nucleo artificieri del comando provinciale carabinieri di Chieti ha provveduto, verso le 21, a far esplodere le bombe in zona, dopo aver messo in sicurezza l’area circostante.

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

Torna su
ChietiToday è in caricamento