Bombe a mano nel capannone: arrestato il custode

Operazione dei carabinieri del NOR di Chieti che ieri in località Colle Pizzuto a Pescara hanno sequestrato le armi, di fabbricazione estera, assieme a piantine di cannabis. Le bombe sono state fatte esplodere in area protetta

I carabinieri del NOR di Chieti ieri pomeriggio hanno perquisito un’area costituita da capannoni e container in località Colle Pizzuto a Pescara. Qui hanno trovato due bombe a mano mod. m75, di fabbricazione estera, con relativi accenditori separati, assieme a 4 piantine di cannabis alte circa 20 centimetri.

Il presunto custode del luogo, B.R., 50 anni, è stato subito arrestato. L’operazione è stata coadiuvata da un’unità cinofila antidroga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nucleo artificieri del comando provinciale carabinieri di Chieti ha provveduto, verso le 21, a far esplodere le bombe in zona, dopo aver messo in sicurezza l’area circostante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento