Bombe a mano nel capannone: arrestato il custode

Operazione dei carabinieri del NOR di Chieti che ieri in località Colle Pizzuto a Pescara hanno sequestrato le armi, di fabbricazione estera, assieme a piantine di cannabis. Le bombe sono state fatte esplodere in area protetta

I carabinieri del NOR di Chieti ieri pomeriggio hanno perquisito un’area costituita da capannoni e container in località Colle Pizzuto a Pescara. Qui hanno trovato due bombe a mano mod. m75, di fabbricazione estera, con relativi accenditori separati, assieme a 4 piantine di cannabis alte circa 20 centimetri.

Il presunto custode del luogo, B.R., 50 anni, è stato subito arrestato. L’operazione è stata coadiuvata da un’unità cinofila antidroga.

Il nucleo artificieri del comando provinciale carabinieri di Chieti ha provveduto, verso le 21, a far esplodere le bombe in zona, dopo aver messo in sicurezza l’area circostante.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

Torna su
ChietiToday è in caricamento