Cronaca

Bomba al mare, il sindaco di Fossacesia: “Ci auguriamo si proceda presto alla rimozione”

Interdetti circa 200 metri di spiaggia in località Fosso Palazzo

Mare vietato a Fossacesia per duecento metri dopo che questa mattina un sub ha rinvenuto casualmente alcuni ordigni risalenti alla seconda guerra mondiale sono. E’ accaduto nel tratto di mare prospiciente località Fosso Palazzo. “Sono scattate immediatamente tutte le procedure di sicurezza previste – riferisce il sindaco Enrico Di Giuseppantonio -. Ringrazio Antonio Bellini, il sub che durante la sua immersione ha notato la presenze delle bombe”.

La Capitaneria di Porto, che ha subito interpellato la Prefettura, ha emesso un’ordinanza che vieta in quel tratto di specchio d’acqua la balneazione, il transito e qualsiasi altra attività sia lungo la spiaggia che in mare per turisti, villeggianti e cittadini. Il tratto di acqua dove sono state localizzati i residuati bellici è interdetto per un raggio di 200 metri con apposita ordinanza della Capitaneria e con segnaletica a mare.

“Si tratta di ovvie e necessarie precauzioni in attesa che si proceda quanto prima alla rimozione degli ordigni, in modo che si possa riprendere tanto le frequentazioni della spiaggia libera lì presente che su quelle in gestione. Siamo alla vigilia di agosto – osserva Di Giuseppantonio - e Fossacesia Marina vedrà crescere ulteriormente la presenza di bagnanti sul suo litorale”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba al mare, il sindaco di Fossacesia: “Ci auguriamo si proceda presto alla rimozione”

ChietiToday è in caricamento