menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paura nella notte: prima dà in escandescenze in piazza, poi si scopre che ha un ordigno bellico nella borsa

Una donna slovacca è stata accompagnata in ospedale dai carabinieri, che l'hanno arrestata e poi rilasciata. Sul posto gli artificieri di Chieti

Scompiglio e paura, la notte scorsa, a Sulmona (L'Aquila), dove però grazie agli artificieri di Chieti si è capito che non c'era nulla da temere. Poco dopo la mezzanotte è accaduto infatti che una donna di nazionalità slovacca, Stanislava Iokanoska, 45 anni, è stata portata in pronto soccorso dopo che, poco prima, in una piazza nel quartiere di Santa Maria della Tomba, aveva iniziato a dare in escandescenza. 

Qualcuno ha chiamato i carabinieri e la donna, senza fissa dimora, è stata portata in ospedale per accertamenti. Ma i carabinieri si sono accorti che nella sua borsa era contenuto un ordino bellico. Immediatamente è stato lanciato l'allarme, con l'intervento degli artificieri teatini e, in seguito, dei militari del Genio dell'Esercito.

I carabinieri hanno isolato la zona di accesso al pronto soccorso finché, alle 7.30 del mattino, finalmente, si è accertato che l'ordigno era innocuo. La cittadina slovacca, prima arrestata, è stata rimessa in libertà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento