rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Blocco degli scrutini nelle scuole di Chieti, boom in tutta la regione

Il 75% dei docenti abruzzesi ha partecipato alla protesta con l'astensione dai consigli di classe nei primi due giorni dedicati allo scrutinio di fine anno. Nessun pericolo per gli esami di maturità o di terza media, ma i quadri usciranno in ritardo

Blocco degli scrutini e pagelle in ritardo in alcune scuole a Chieti, dove i docenti hanno aderito alla protesta indetta in tutta Italia dalle sigle sindacali esclusi i Cobas. In città hanno aderito, con un discreto successo, insegnanti del convitto G.B. Vico, dell'istituto pedagogico Gonzaga, del liceo classico Vico e dell’istituto d’arte Nicola Da Guardiagrele.

La protesta contro il ddl scuola, però, ha avuto un booom in tutta la Regione, dove il 75 per cento dei docenti si è astenuto dal partecipare ai consigli di classe nei primi due giorni di scrutinio di ciascun istituto.

Nessun pericolo per gli esami di maturità o di terza media, tengono a precisare i docenti, ma non è detto che la protesta si fermi qui, dopo il ritardo dell’uscita dei quadri di fine anno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco degli scrutini nelle scuole di Chieti, boom in tutta la regione

ChietiToday è in caricamento