rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Biblioteche: si pensa a un sistema regionale unico

Province e Regione d’accordo per la creazione di un sistema unico: "Possiamo ottimizzare strumenti, fondi e personale per garantire servizi di qualità e la giusta valorizzazione di un patrimonio inestimabile"

Perché non creare un sistema bibliotecario unico regionale che includa anche le storiche biblioteche provinciali e i Centri Servizi Culturali per razionalizzare strumenti, risorse finanziarie e personale?

Sembra andare in questa direzione la volontà degli amministratori, come è emerso nel corso di un incontro convocato dall’Upi Abruzzo per esaminare le prospettive delle istituzioni bibliotecarie provinciali. C’erano il presidente della Provincia di Chieti Di Giuseppantonio, quello di Pescara Guerino Testa, l'assessore regionale alle Politiche culturali, Luigi De Fanis, l’assessore provinciale Mauro Petrucci, il Presidente dell'Associazione Italiana Biblioteche Tito Vezio Viola e i Direttori delle Biblioteche provinciali.

L'ipotesi prospettata è ormai necessaria per fare fronte da una parte all'incertezza sul destino delle Province, dall'altra a una sempre maggiore penuria di risorse” riferisce Di Giuseppantonio “La soluzione permetterebbe di abbattere notevolmente i costi generali, aumentando le risorse per gli investimenti mirati e per il miglioramento dei servizi”.

La Regione sarebbe interessata a procedere in questo senso e ad approfondire la proposta..

A questo scopo, si è deciso di istituire una commissione tecnico–politica che coinvolga Regione e Province per condurre a questo sistema unico. Tale commissione si insedierà il 15 novembre prossimo. Saranno coinvolte anche le biblioteche comunali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteche: si pensa a un sistema regionale unico

ChietiToday è in caricamento