La cittadella della cultura è quasi realtà: esulta il Comitato Cittadino

L'ex ospedale militare ospiterà la nuova sede della Biblioteca, ieri la firma dell'accordo per il riutilizzo delle caserme. La futura "De Meis" sarà una biblioteca moderna con un patrimonio storico librario

La cittadella della cultura è quasi realtà: esulta il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio della città di Chieti per l’accordo con il quale si avvia al progetto pilota finalizzato alla riqualificazione degli immobili demaniali in disuso e all’abbattimento dei costi di locazione passivi sui bilanci delle amministrazioni pubbliche. Ieri, lunedì 3 novembre, la firma dell'accordo in prefettura: l’ex Ospedale militare – caserma “Bucciante che ospiterà la nuova sede della Biblioteca provinciale di Chieti “A.C. De Meis”, operazione spronata dal Comitato cittadino che dallo scorso inverno ha raccolto 8.050 firme.

Il volume che raccoglie la petizione cittadina è stato consegnato ieri al sottosegretario Graziano Delrio dal coordinatore del Comitato, Giampiero Perrotti. "La mobilitazione popolare che ha visto protagoniste 76 associazioni, ha sprigionato un nuovo/antico senso di appartenenza alla città di Chieti, sensibilizzando così le forze politiche e istituzionali a impegnarsi nella costruzione di un progetto di ampie vedute capace di coinvolgere la complessità del territorio teatino e di ergersi come modello nazionale per la riqualificazione urbana" sottolinea il Comitato in una nota.

Dopo questo traguardo, lo stesso ha chiesto la formazione di un gruppo di lavoro misto fra Provincia, Regione, Agenzia Demanio e Comitato per accompagnare e coordinare gli adempimenti connessi alle varie fasi di trasferimento della Biblioteca De Meis.  Il Comitato affiderà a un gruppo di studio volontari l’individuazione della tipologia di servizi che la futura Biblioteca potrà offrire.

"La futura “De Meis” - spiegano - dovrà svolgere una duplice funzione: preservare e valorizzare un patrimonio storico librario di inestimabile pregio e, contemporaneamente, proiettarsi verso il nuovo ruolo delle biblioteche moderne. Ovvero, essere luogo di aggregazione e di produzione culturale avvalendosi anche di tecnologie all’avanguardia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento