Cronaca

In viaggio con più di 4mila euro di banconote false: un turista finisce nei guai

Un uomo residente a Foggia e atterrato da Malta all'aeroporto d'Abruzzo è stato sorpreso con i contanti, che ha dichiarato essere provento di un'attività gestita nell'isola

Ha viaggiato da Malta all'aeroporto d'Abruzzo con banconote false. Per questo, un passeggero residente a Foggia è finito nei guai ieri pomeriggio, dopo i controlli dei finanzieri del gruppo di Pescara in servizio nello scalo, insieme ai funzionari doganali. 

L'uomo è stato invitato a dichiarare la valuta in suo possesso e ha parlato genericamente di una somma fra 4-5 mila euro. L'intuito e l'esperienza degli operatori li hanno spinti ad approfondire i controlli dei bagagli e degli effetti personali.

Il controllo ha dato esito positivo in quanto, oltre al denaro dichiarato dal passeggero è stato rinvenuto, all’interno di un borsello, un sacchetto bianco contenente ulteriori banconote di diverso taglio per un importo complessivo pari a circa 9.000 euro.

Dal controllo più accurato, effettuato mediante l’utilizzo della macchina valorizzatrice di banconote in dotazione ai funzionari doganali, è emerso che 219 banconote da 20 euro (pari ad euro 4.380) sono risultate false. Il passeggero ha dichiarato che si trattava di un'attività gestita a Malta. 

Le banconote false sono state sottoposte a sequestro ed il passeggero denunciato all'autorità giudiziaria per il reato di introduzione nello Stato di monete falsificate, che prevede pene fino a 6 anni di reclusione.

Il sequestro effettuato all'aeroporto d’Abruzzo di Pescara è l’ennesima dimostrazione di quanto la sinergia tra la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nell’ambito degli spazi doganali, conduca a brillanti risultati, anche in un piccolo aeroporto quale quello locale.

IMG-20190702-WA0020 (1)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In viaggio con più di 4mila euro di banconote false: un turista finisce nei guai

ChietiToday è in caricamento