rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico

Bambina si allontana da scuola e si nasconde per le vie del centro: preside chiama la polizia

Con una delicata situazione alle spalle, l'alunna era fuggita per raggiungere il C.I.M. con la speranza di incontrare la sorella

Tanta paura tra i compagni e il personale scolastico per la fuga di una bambina di 9 anni, allontanatasi bruscamente dalla scuola primaria annessa al Convitto G.B.Vico. L’alunna, con alla spalle una delicata situazione famigliare, è fuggita da scuola durante l’orario di lezione. Non era sola: con lei c’erano l’insegnante di sostegno, l’assistente specialistico, la vicepreside e la preside dell'istituto che si è rivolta al 113.

La bambina si era allontanata per raggiungere il Centro di Igiene Mentale frequentato dalla sorella, con la speranza di incontrarla.

“La bambina è uscita da scuola, era in un momento di crisi – chiarisce la preside Paola Di Renzo – ma non è mai sfuggita al nostro controllo. In questi momenti occorre usare una modalità che ci consenta di contenerla e di non farle del male. Ci siamo quindi rivolti al 113 per chiedere di contattare i genitori in quanto c’era la necessità di dover riaffidare la bambina alla madre".

Dopo aver riaccompagnato a scuola la minore, si è provveduto a far intervenire gli assistenti sociali competenti.

Secondo quanto riferito dalla polizia, la bambina ha già manifestato in passato atteggiamenti violenti nei confronti di compagni e insegnanti. ”Sarà l’Ufficio Minori della Polizia di Stato, nonostante quest’ultima sia già in fase di sostegno, a ricostruire e prospettare alla magistratura competente le migliori soluzioni adottabili che urgono innanzitutto nell’interesse della piccola - sottolineano dalla Questura di Chieti - la minore è stata riaffidata alla madre, con ogni sostegno possibile del caso, anche sanitario, alla luce della particolare emergenza del caso”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambina si allontana da scuola e si nasconde per le vie del centro: preside chiama la polizia

ChietiToday è in caricamento