Bagni inagibili e grondaia rotta: disagi anche alla scuola primaria di via Pescara

Le mamme chiedono di portare all'attenzione della collettività e degli organi competenti l'ennesimo caso di dissesto delle strutture scolastiche

Anche le mamme dei bimbi iscritti alla scuola primaria di via Pescara, facente parte dell'istituto comprensivo 3, sono preoccupate per le condizioni in cui versa l'edificio che tutti i giorni ospita i loro figli. "I bagni del primo piano sono inagibili a causa rottura dei tubi di scarico - raccontanto a ChietiToday - con gravi disagi sia per i piccoli alunni che per tutto il personale scolastico. Le porte sono chiuse così i bambini non possono entrarvi e causare ostruzioni di lavandini e water". A prima vista i bagni della scuola appaiono intatti in quanto non sono danneggiati, ma nei fatti sono inagibili a causa della condotta di scarico chiusa nei muri.

Tutto il personale ed i genitori sono in attesa di risposte concrete dal Comune. "Che deve trovare i fondi - tuonano le mamme - prima che parla un'altra peotesta. Cogliamo inoltre l'occasione per segnalare l'altro grave disagio visibile dall'esterno dell'edificio scolastico: la rottura e rimozione di una parte di grondaia. Ogni volta che piove - spiegano ancora - una cascata d'acqua si riversa proprio davanti all'ingresso: i bambini si ritrovano i piedi bagnati e c'è reale rischio di caduta per tutti".

Dopo il caso della scuola media Antonelli di Chieti Scalo sollevato negli ultimi giorni, ai cui iscritti viene negato l'utilizzo dei bagni a causa della mancanza di interventi di manutenzione, anche nelle altre scuole cittadine, dunque, emergono situazioni di disagio nonostante la qualità della didattica.

Sull'assenza di manutenzione delle scuole interviene anche il Pd provinciale: "La giunta Di Primio ancora - dichiarano dal partito - una volta si dimostra totalmente indifferente nei confronti dei ragazzi e delle loro famiglie. E' di qualche mese fa la nostra denuncia sulla situazione del cortile della scuola di Via Amiterno e della mancata attivazione del sevizio scuolabus, che a dicembre non è stato ancora  istituito. La manifestazione  di interesse da parte del Comune volta ad individuare famiglie interessate al servizio del trasporto scolastico  si è finora rivelata un bluff.  Risulta evidente la negligenza della gestione dei servizi essenziali alle famiglie a causa  della mancata amministrazione del  centro-destra". 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in A14: muore Alessandro Berloni, manager della Fox Petroli

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Operazione Tallone d'Achille: giovanissimi facevano il pieno di droga prima delle notti in discoteca

  • La dea bendata torna a baciare la ricevitoria Luciani: vinti 50 mila euro con un gratta e vinci

Torna su
ChietiToday è in caricamento