rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Niente fondi agli enti culturali, la protesta di Di Stefano (Fi)

La manovra di bilancio di Ferragosto porterà la Regione ad azzerare i fondi, per poi ridiscuterli all'interno di un fondo unico. Ma il parlamentare, consigliere delegato per il Teatro Marrucino, invita a salvare la programmazione artistica abruzzese

Fondi azzerati per gli enti culturali d’Abruzzo, ad eccezione della Perdonanza, a cui andranno 80mila euro. È la denuncia dell’onorevole di Forza Italia Fabrizio Di Stefano, che a Chieti è consigliere comunale delegato al Teatro Marrucino.

"Questi signori, che si ergono a difensori della cultura, non si rendono conto – accusa -  che gli enti strutturati, con riconoscimenti ministeriali quali appunto il Teatro Marrucino e non solo (vedi il Teatro stabile d’Abruzzo o l’istituzione sinfonica abruzzese) devono programmare con largo anticipo la stagione culturale, per cui gli impegni artistici sono stati già tutti organizzati facendo riferimento alle somme in previsione di bilancio. Svuotare oggi quei capitoli, seppur per ridiscuterli domani, senza alcuna certezza sul come e sul quando, significa bloccare la programmazione della stagione 2014-2015, i cui lavori di preparazione inizieranno già nei primi giorni di settembre”. 

Per gli enti culturali, infatti, è impossibile produrre o pianificare la nuova stagione senza la certezza delle coperture economiche. “Asupichiamo – incalza Di Stefano – che si paleserà un briciolo di saggezza che farà tornare sui propri passi prima del consiglio regionale previsto per il 14 agosto, e si inizi invece un confronto serio".

Per il parlamentare di Forza Italia, una decurtazione dei fondi destinati agli enti culturali abruzzesi darebbe un colpo mortale alla stagione artistica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente fondi agli enti culturali, la protesta di Di Stefano (Fi)

ChietiToday è in caricamento