menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ennesima auto contromano sull'asse attrezzato, ma il conducente sfugge alla stradale

Ieri pomeriggio un'automobile ha percorso in direzione Pescara-Chieti la corsia opposta, riuscendo ad uscire all'altezza della zona commerciale di Sambuceto

Non è stato sufficiente abbassare i limiti di velocità sull'asse attrezzato che collega Chieti a Pescara (da 130 km orari, a 110, fino ai 90 attuali) per aumentare l'attenzione degli automobilisti. Risale a ieri (domenica 20 novembre), infatti, l'ennesimo caso di auto lanciata contromano sulla corsia sbagliata, nonostante le segnalazioni degli altri automobilisti. 

Poco prima delle ore 15 di domenica pomeriggio, decine di telefonate hanno allertato la polizia stradale di un'automobile che percorreva la corsia in direzione Pescara nel senso di marcia opposto. L'incauto automobilista ha imboccato l'asse attrezzato in direzione Chieti, finendo però chissà come nella rampa da cui provengono i veicoli che viaggiano nell'altro senso. 

E l'auto ha percorso un tratto piuttosto lungo, dal centro di Pescara fino all'uscita della zona commerciale di Sambuceto. La polizia stradale di Chieti è accorsa dopo le segnalazioni, ma non è riuscita a fermare il guidatore, né a rintracciarlo perché nessuno, preso dallo spavento, è riuscito a prendere il numero di targa. 

Certo è che l'ennesimo caso fotocopia degli ultimi mesi, fortunatamente scampato solo con molta paura, riporta alla mente episodi ben più tragici. A settembre scorso un anziano è stato prontamente fermato dagli agenti della stradale, che gli hanno ritirato la patente. A ottobre di due anni fa, due donne rimasero ferite, fortunatamente non grave, dopo che l'auto su cui viaggiavano contromano ha impattato contro il guardrail. L'ultimo episodio, più grave, causò due morti lo scorso dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento