Cronaca

Tasse troppo alte all'università: assemblea studentesca il 17 ottobre

Le tasse universitare alla d'Annunzio per il prossimo anno accademico sono aumentate. Eppure gli studenti lamentano disservizi, 360 gradi organizza un incontro a Chieti e Pescara

"E io pago", come Totò anche gli studenti dell'università d'Annunzio vedono alleggerirsi il portafogli in maniera inspiegabile, come dicono, perchè all'aumento delle tasse universitarie per l'anno accademico 2012-2013 non sembra corrispondere uno standard più elevato in termini di servizi e qualità delle strutture.

Gli universitari, a fronte di servizi sempre più scadenti e situazioni di disagio: aule che si allagano al primo temporale un po' più violento, assenza di diverse aule-laboratorio, si chiedono: "Che fa l'università coi nostri soldi?".

Proprio per analizzare i problemi legati all'aumento delle tasse davanti a tutti gli interessati e formulare proposte, l'associazione 360 gradi ha indetto due assemblee studentesche, che si terranno rispettivamente mercoledì 17 ottobre alle 11 nell'Aula Magna di Lettere a Chieti e martedì 16 (ore 12) nell'Aula Rossa della Facoltà di Architettura a Pescara.

UN PO' DI CIFRE Alla triennale di Lettere e Filosofia, per fare un esempio, i pagamenti sono ripartiti in tre rate: una da 309 euro e 62, e due da 297,01 euro, con esoneri dal 10 al 50% per studenti meritevoli. Sommando tasse, contributi e bollo, si superano i 1000 euro annui. I fuori corso, dal quarto anno in poi pagano fino a 155 euro in più. La tassa regionale è salita a 140 euro. Stesso discorso per iscrizioni e immatricolazioni alla Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia o a Psicologia.

 

 

 

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse troppo alte all'università: assemblea studentesca il 17 ottobre

ChietiToday è in caricamento