All'Itis di Chieti tornano ad allagarsi le aule, il grido d'allarme degli studenti

Come ad ogni ondata di maltempo, l'istituto subisce gravi infiltrazioni, che costringono a rinunciare a molti spazi per le lezioni. Fatti già avvenuti in passato, ma ancora irrisolti, nonostante le proteste degli iscritti

I disagi causati dal maltempo e dall'incuria si fanno notare non soltanto all'università d'Annunzio, dove le aule allagate a Farmacia e l'atrio pieno d'acqua della palazzina di Lettere hanno creato non poche difficoltà agli studenti. Ma anche nelle scuole superiori cittadine, in particolare all'istituto tecnico industriale Luigi di Savoia, dove da tempo i ragazzi segnalano disagi e scarsa manutenzione, che mettono a rischio la loro sicurezza.

Come testimoniano le fotografie, nella mattinata di oggi (venerdì 27 novembre), alcune aule e laboratori sono stati chiusi a causa dell'acqua riuscita a penetrare dal soffitto, come si vede chiaramente dalle macchie delle infiltrazioni sull'intonaco. Al punto che molte classi si sono dovute radunare in aula magna in mancanza di spazi. Una situazione simile a quella dello scorso marzo, quando un'altra brutta ondata di maltempo aveva generato problemi identici, ma ancora irrisolti.

 

Ma a danneggiare la didattica dell'Itis di Chieti, c'è anche il fatto che una delle palestre, chiusa da qualche mese dopo un soprallugo dei Nas, è inutilizzabile, sebbene i nastri bianchi e rossi che ne delimitavano il divieto siano stati rimossi, al punto che oggi le auto vi parcheggiano tranquillamente. I ragazzi, però, lamentano di non svolgere regolarmente la lezione di educazione fisica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento