menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

All'Itis di Chieti tornano ad allagarsi le aule, il grido d'allarme degli studenti

Come ad ogni ondata di maltempo, l'istituto subisce gravi infiltrazioni, che costringono a rinunciare a molti spazi per le lezioni. Fatti già avvenuti in passato, ma ancora irrisolti, nonostante le proteste degli iscritti

I disagi causati dal maltempo e dall'incuria si fanno notare non soltanto all'università d'Annunzio, dove le aule allagate a Farmacia e l'atrio pieno d'acqua della palazzina di Lettere hanno creato non poche difficoltà agli studenti. Ma anche nelle scuole superiori cittadine, in particolare all'istituto tecnico industriale Luigi di Savoia, dove da tempo i ragazzi segnalano disagi e scarsa manutenzione, che mettono a rischio la loro sicurezza.

Come testimoniano le fotografie, nella mattinata di oggi (venerdì 27 novembre), alcune aule e laboratori sono stati chiusi a causa dell'acqua riuscita a penetrare dal soffitto, come si vede chiaramente dalle macchie delle infiltrazioni sull'intonaco. Al punto che molte classi si sono dovute radunare in aula magna in mancanza di spazi. Una situazione simile a quella dello scorso marzo, quando un'altra brutta ondata di maltempo aveva generato problemi identici, ma ancora irrisolti.

 

Ma a danneggiare la didattica dell'Itis di Chieti, c'è anche il fatto che una delle palestre, chiusa da qualche mese dopo un soprallugo dei Nas, è inutilizzabile, sebbene i nastri bianchi e rossi che ne delimitavano il divieto siano stati rimossi, al punto che oggi le auto vi parcheggiano tranquillamente. I ragazzi, però, lamentano di non svolgere regolarmente la lezione di educazione fisica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento