Cronaca

Attentato di Brindisi: bandiere a mezz'asta in città, il cordoglio

Il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, in questa nota esprime il proprio cordoglio per la tragedia avvenuta stamane alla scuola Brindisi. Intanto le associazioni si mobilitano per una fiaccolata

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

«A nome personale e dell’intera Amministrazione Comunale di Chieti esprimo la più ferma condanna per l’attentato che ha colpito la città di Brindisi ed il più profondo cordoglio per le vittime di questo atroce atto criminoso.

L’inaudita violenza del gesto compiuto appare ancor più grave se dovessimo finire per leggerla come un ritorno al triste periodo in cui le mafie hanno sfidato lo Stato.

In questo momento il pensiero non può che rivolgersi alle stragi di Capaci e di via d’Amelio ma anche all’attentato terroristico di Genova, in cui è rimasto vittima l’ing. Adinolfi.

Oggi più che mai è necessaria massima attenzione ed allerta da parte delle forze di Pubblica Sicurezza e del Ministero degli Interni.

Al Sindaco di Brindisi esterno la vicinanza e la solidarietà mia e dell’intera città di Chieti, rese manifeste attraverso l’esposizione della bandiera municipale a mezz’asta in segno di cordoglio

A Chieti oggi pomeriggio (sabato) alle 17,30 è previsto un incontro con le associazioni cittadine davanti i locali della Prefettura, lungo corso Marrucino, nel corso del quale si decideranno le modalità di una fiaccolata per Brindisi che dovrebbe tenersi domani pomeriggio sempre in centro.

 

melissa bassi-3

Melissa Bassi, la studentessa di 16 anni vittima dell'attentato all'istituto "Morvillo Falcone" di Brindisi

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato di Brindisi: bandiere a mezz'asta in città, il cordoglio

ChietiToday è in caricamento