menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attentato all'aeroporto d'Abruzzo ma è una simulazione

Passeggeri e personale evacuati dopo la finta esplosione

Finta esplosione con fumo e calcinacci nella zona del check-in dello scalo aeroportuale d'Abruzzo. La simulazione Simulazione di un attentato a mezzo Bombay si è svolta ieri nell’aeroportoe  rientra nei protocolli previsti dal piano di sicurezza aeroportuale.

Subito dopo la finta esplosione sono arrivati i veicoli dei Vigili del Fuoco del distaccamento aeroportuale, la Polizia di Frontiera, gli Artificieri della Polizia di Stato, i Carabinieri, i Finanzieri, i Vigili Urbani e gli Operatori del 118 di frontiera. Sono stati attivati tutti gli enti preposti che, ognuno per le proprie competenze, si sono prodigati nel dare il proprio supporto nello scenario dell’esplosione simulata cercando di identificare un possibile attentatore e di mettere in sicurezza la zona rossa. I passeggeri e tutto il personale aeroportuale sono stati fatti evacuare come previsto dal piano di sicurezza aeroportuale. Tutte le operazioni finalizzate alla messa in sicurezza dell’aeroporto sono state dirette e coordinate dal dirigente della Polizia di Frontiera Dino Petitti unitamente alle autorità competenti. Petitti ha espresso grande soddisfazione per l’andamento di tutta la simulazione.

“L’operazione che si è svolta oggi in aeroporto in condizioni di massima sicurezza – ha detto Petitti – rappresenta un importante elemento di valutazione dell’efficienza della macchina della sicurezza. Attraverso la simulazione di questa mattina abbiamo verificato la velocità dei tempi di intervento delle forze dell’ordine congiunte e degli enti aeroportuali”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento