Cronaca

Atletica, due ordini del giorno di Febo a tutela delle società

Il consigliere chiede l’annullamento delle tariffe per l’utilizzo della pista di atletica dello stadio Angelini e del pagamento dei canoni pregressi alle società

Due ordini del giorno, per chiedere l’annullamento delle tariffe per l’utilizzo della pista di atletica dello stadio Angelini e del pagamento dei canoni pregressi alle società a cui il Comune, qualche giorno fa, ha battuto cassa. Li ha depositati nella giornata di ieri (mercoledì 16 marzo) il capogruppo di Chieti per Chieti Luigi Febo. 

Il primo ordine del giorno mette in luce che le tariffe stabilite dal Comune sono proibitive per le società, che rischierebbero addirittura di abbandonare lo stadio Angelini. Dunque chiede di “stralciare dal bando di gara per l’affidamento della gestione dello stadio Angelini la parte inerente all’utilizzo della pista di atletica”. 

Il secondo documento, invece, chiede che alle società non venga chiesto il pagamento di canoni arretrati per un totale di oltre 70mila euro, anche perché non ci sono mai state “stipule di convenzioni con le società di atletica che stabilissero le condizioni di utilizzo e le modalità di pagamento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atletica, due ordini del giorno di Febo a tutela delle società

ChietiToday è in caricamento