Cronaca Centro / Piazza Giuseppe Garibaldi

Mercato in piazza Garibaldi: riflettori su via Arniense

La scelta di riportare il mercato del martedì in piazza Garibaldi è finalizzata alla rivitalizzazione della zona. Stamattina il debutto. Pausa il 1° novembre, quando si svolgerà su via della Liberazione

La nuova collocazione del mercato del martedì in piazza Garibaldi ha il preciso scopo di far rivivere via Arniense, una zona morta dal punto di vista commerciale dopo la chiusura del vecchio presidio ospedaliero “SS. Annunziata”. Non lo nasconde l’assessore alle attività produttive, Antonio Viola, convinto che il mercato cittadino storico possa riportare l’attenzione su piazza Garibaldi e su via Arniense.

Intanto nella mattinata di oggi (25 ottobre) il debutto nella nuova location, con i prevedibili disagi che ciò ha portato alla viabilità.  
“Si è trattato di una sorta di verifica sul campo che ci consentirà di apportare alcune migliorie – ha detto Viola - una delle ipotesi al vaglio è quella di eliminare alcuni stalli esterni del mercato, in particolare quelli che insistono sul fronte della Caserma Spinucci e davanti al vecchio ospedale, per spostarli in via Padre Alessandro Valignani. In questo modo, sarà possibile migliorare il traffico veicolare attorno alla piazza e contestualmente rendere più fruibile il mercato, che verrebbe prolungato sull’altra via”.

Migliorie che verranno portate a termine entro due settimane perchè la prossima, nella quale il mercato cade in due giornate festive, il 1° e il 4 novembre, lo stesso si svolgerà in via della Liberazione.

“In questo modo – spiega l’assessore - piazza Garibaldi potrà svolgere la propria funzione di importante parcheggio in occasione della Commemorazione dei Defunti martedì 1° novembre, mentre venerdì, giorno di mercato lungo Corso Marrucino, potranno avere luogo le manifestazioni del 4 novembre per la Festa delle Forze Armate”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato in piazza Garibaldi: riflettori su via Arniense

ChietiToday è in caricamento