menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Va alle Poste durante l'orario di lavoro, dipendente comunale a processo a Lanciano

Il sindaco Pupillo la vede per strada e denuncia il caso di presunto assenteismo, la difesa: era andata come consuetudine alle poste per incombenze relative al servizio

Si sarebbe assentata un'ora dal posto di lavoro. Ora una dipendente del Comune di Lanciano è accusata di truffa ai danni dell'Ente e andrà a processo a maggio del 2015. 

Il gup Marina Valente ha rinviato a giudizio la dipendente perchè si sarebbe assentata dal lavoro per questioni personali, dalle 8.41 alle 9.25 del 18 novembre 2013.

Il caso venne denunciato dal sindaco Mario Pupillo che incontrò per le vie di Lanciano la donna. Per Pupillo, che in merito al fenomeno sull'assenteismo ha denunciato altri 4 dipendenti, l' imputata si sarebbe assentata dal lavoro in modo ingiustificato. Per il difensore della donna, l'avvocato Filippo Paolini, ex sindaco di Lanciano, la vicenda è invece inesistente poichè la donna era andata come di consueto all'ufficio postale per le incombenze relative al servizio.

In base a un regolamento approvato dalla Giunta Pupillo, i dipendenti devono farsi giustificare dal dirigente di settore e eventualmente recuperare l'assenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento