Cronaca Vasto

Assalto al portavalori sull'autostrada: due arresti in Molise

Uno è stato bloccato mentre faceva l'autostop sulla statale 650 fondovalle Trigno. Dal blindato della società Aquila sono stati asportati 660mila euro e tremila franchi svizzeri

Un 40enne pugliese è stato arrestato dai carabinieri nell'ambito delle ricerche attivate dopo l'assalto di ieri mattina al portavalori sull'A14 a Vasto.

L'uomo è stato fermato mentre faceva l'autostop sulla statale 650 fondovalle Trigno, nei pressi dello svincolo di Trivento. 

Con precedenti penali, l'arrestato non ha saputo fornire spiegazioni circa la sua presenza in quella zona. Si tratta della seconda persona fermata nell'ambito delle indagini sull'assalto armato. E' di ieri sera infatti il fermo giudiziario di una persona che potrebbe aver avuto il ruolo di basista.

Dal blindato sono stati asportati 660mila euro e tremila franchi svizzeri.

I militari di Campobasso, intanto, hanno effettuato rilievi su quanto ritrovato nel furgone Fiat Scudo bianco sul quale viaggiavano tre banditi, intercettato a Montefalcone nel Sannio, in un uliveto. Sul mezzo c'erano due fucili a pompa pronti a fare fuoco, un fucile di fabbricazione russa con doppio caricatore, con oltre 40 cartucce, e 2 sacchi di banconote con oltre 220mila euro.

Il furgone è stato abbandonato a pochi chilometri dallo svincolo di Trivento, vicino Montefalcone nel Sannio. "Le indagini sulla rapina al furgone portavalori sono in una fase cruciale, che consigliano il silenzio" ripetono dagli uffici della Procura di Vasto, che coordina l'inchiesta sull'assalto del commando armato al blindato della società Aquila di Ortona, con la fuga rocambolesca dei banditi.

Polizia e Carabinieri sono impegnati nel verificare gli elementi acquisiti e sul lavoro della scientifica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto al portavalori sull'autostrada: due arresti in Molise

ChietiToday è in caricamento