Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Asl, la Cgil Fp chiede la revoca dell'atto aziendale

In una lettera inviata dal sindacato al direttore Zavattaro, il segretario generale Sergio Zinni elenca tutti questi aspetti di un documento che sarebbe stato adottato senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali

La Cgil Fp chiede alla Asl Lanciano Vasto Chieti il ritiro dell'atto aziendale dove emergono le grandi "incongruenze, criticità e superficialità". In una lettera inviata dal sindacato al direttore Zavattaro, il segretario generale Sergio Zinni elenca tutti questi aspetti di un documento che sarebbe stato adottato senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali.

"L'atto non tiene conto delle professionalità e del prestigio raggiunto in alcuni settori e della mobilità attiva che i reparti oggi declassati portano alla ASL ed alla Regione Abruzzo" si legge "Non convincono gli accorpamenti e non si comprende la riorganizzazione dei reparti".

Zinni sottolinea anche l'incertezza circa il rapporto fra Asl e università d'Annunzio: "Da un lato - dice - vi siete accorti che la convenzione che regola i rapporti tra la d’Annunzio e il SS. Annunziata prevedeva che la parte universitaria si ridimensionasse fino ad occuparsi solo di attività specialistiche legate alla ricerca, da questo scaturirebbe il declassamento di Patologia medica e Laboratorio analisi di Chieti e Senologia
di Ortona, dall’altro l’U.O.C. di Geriatria viene affidato alla direzione di un docente universitario".

Il sindacato non comprende perchè si debba dare esecutività all’atto senza attendere il parere del subcommissario regionale alla Sanità e torna a chiedere un confronto con l'Azienda poichè: "Gli atti incidono pesantemente sulla vita dei lavoratori dell’azienda ma anche su quella dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl, la Cgil Fp chiede la revoca dell'atto aziendale

ChietiToday è in caricamento