menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Asl cancella le guardie mediche ma raddoppia le postazioni del 118

L'Azienda replica: "La riduzione attua le disposizioni emanate nel 2012 da Chiodi. I cittadini dei Comuni dove non sarà più presente la guardia medica sono ora assai meglio garantiti rispetto al passato"

“La rimodulazione delle circoscrizioni di continuità assistenziale - e conseguente riduzione delle sedi nei Comuni - era stata prevista dalla Asl con la deliberazione n. 1.985 del 20 dicembre 2012 in attuazione del Decreto dell’allora Commissario alla Sanità n. 24/2012. La proposta della Asl era stata ritenuta congrua dal presidente Chiodi con il decreto n. 61 del 27 agosto 2013. In seguito a nuove istruzioni operative del Commissario regionale, il 25 febbraio 2014 la Asl aveva reintegrato la sede di Carunchio, inizialmente inserita tra quelle da ridurre”. Così l’azienda sanitaria risponde alle preoccupazioni degli ultimi tempi circa la soppressione di alcuni presidi di guardia medica nei comuni della provincia di Chieti.

Il provvedimento che riduce le postazioni di continuità assistenziale di Celenza sul Trigno, Cupello, Palena, Quadri, San Vito Chietino e Scerni  sarà operativo dal prossimo primo agosto, “in ritardo – dice la Asl - rispetto alle direttive della precedente Giunta regionale.  La Asl adempie a disposizioni emanate tra il 2012 e il 2014 dall’allora Commissario ad acta alla Sanità Gianni Chiodi”.

L’Azienda sottolinea però di avere potenziato la rete dell’Emergenza e urgenza, raddoppiando le postazioni del 118, acquistando nuove ambulanze, dotando tutti gli equipaggi di attrezzature all’avanguardia  e formando il relativo personale. “In sostanza – replica -  i cittadini dei Comuni dove non sarà più presente la guardia medica sono ora assai meglio garantiti rispetto al passato. Va sottolineato anche che attualmente vi sono 15 postazioni del 118 in provincia di Chieti, più altre due in convenzione per il trasporto materno e tre per il trasporto di emergenza dei neonati. Nei prossimi mesi saranno acquistate cinque nuove ambulanze”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento