rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Artista di strada spacca la vetrina perché non gli servono alcolici

Uno dei protagonisti del Chietinstrada buskers festival ha danneggiato la vetrata della Casina dei tigli dopo un diverbio con un dipendente. Poi un gruppo di giovani ha preso le difese del locale e sono volate parole grosse. Sul posto polizia e carabinieri

Il clima di festa e la soddisfazione per le sue esibizioni non è bastato ad impedire ad un artista cileno, l’altra notte, di spaccare la vetrina della Casina dei tigli, alla villa comunale, perché il bar era chiuso e non poteva più servire alcolici.

La conclusione del Chietinstrada Buskers festival è stata funestata, nella notte fra sabato (16 agosto) e domenica (17 agosto), dal litigio fra il cileno e un dipendente del bar, in quel momento fuori servizio, per cui alla villa sono arrivati polizia, carabinieri e un’ambulanza del 118, nonostante nessuno abbia fatto ricorso alle cure ospedaliere.

Il dipendente del bar ha spiegato al forestiero che non era possibile servire ulteriormente alcolici, dato che il locale era chiuso. E l’uomo sembrava essersi rassegnato quando, forse in preda a qualche bicchiere di troppo, ha lanciato una sedia contro la vetrata, mandandola in frantumi.

A quel punto a difesa del locale è intervenuto un gruppo di teatini: pare siano volate parole grosse, ma le indagini sono ancora in corso per accertare se qualcuno abbia alzato anche la mani. Certo è che, almeno per ora, nessuno ha sporto denuncia. 

Intanto la conferenza stampa per tracciare un bilancio del festival si terrà domani (martedì 19 agosto) alle 11 proprio alla Casina dei tigli. Oltre al consigliere Giovanni Di Paolo, dell'associazione Chietinstrada, ci sarà l'assessore alla Promozione turistica Marco Russo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artista di strada spacca la vetrina perché non gli servono alcolici

ChietiToday è in caricamento