Cronaca

Artigianato e commercio nell’antichità, due giornate di studio alla d'Annunzio

Giornate di studi all'Università "G. d'Annunzio" il 18 e 19 aprile. Parteciperanno numerosi studiosi europei (Belgio, Francia, Olanda) ed italiani

Il ruolo dell’artigianato e del commercio nell’economia antica, in particolar modo romana, è uno dei temi maggiormente dibattuti dagli studi economico sociali degli ultimi anni.

Ad esso si collega l’analisi della condizione sociale di chi operava in questi settori, di come artigiani e commercianti erano percepiti e valutati  dalla comunità e come essi stessi si rappresentavano, come e dove abitavano e svolgevano la loro attività,  come le loro botteghe e i loro ateliers entravano a far parte dell’immagine della città antica e costruivano una rete commerciale di servizio al territorio anche nei centri minori.

A questo tema sono dedicate due giornate di studi che si terranno all’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, il 18 e 19 aprile 2013, presso il Campus Universitario, Palazzina di Lettere, Aula Giuntella

Parteciperanno numerosi studiosi europei (Belgio, Francia, Olanda) ed italiani, questi ultimi principalmente delle Università di Pescara e Bologna, che partecipano ad una ricerca di interesse nazionale  finanziata dal MIUR (PRIN 2009) di cui UdA- DISPUTER è coordinatore nazionale.

Saranno presentati i risultati di queste ricerche, che hanno riguardato le tabernae di Ostia, di Pompei e delle città e centri minori dell’Abruzzo, oltre che alcuni esempi dalla Gallia Belgica e dall’Illiria.

Il convegno è aperto al pubblico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artigianato e commercio nell’antichità, due giornate di studio alla d'Annunzio

ChietiToday è in caricamento