menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermato per un controllo, finisce in manette per spaccio di cocaina

Le manette sono scattate per G.C., 53 anni, di Canosa Sannita. I carabinieri gli hanno trovato una dose di cocaina in tasca e poi, nella perquisizione domiciliare, 80 grammi e un bilancino di precisione

Fermato per un normale controllo di routine, è finito in carcere per droga. Le manette sono scattate per G.C., 53 anni, di Canosa Sannita, già noto alle forze dell'ordine. 

L'uomo è stato fermato per un normale controllo dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ortona all’altezza della stazione ferroviaria di Tollo, sulla SS16 Adriatica, a bordo della sua autovettura, ma sin dall'alt ha mostrato subito segni di nervosismo. I carabinieri, dunque, hanno deciso di effettuare una perquisizione sia sull'auto che sul conducente. 

E hanno avuto una buona intuizione, visto che da una tasca dei pantaloni dell’uomo è saltata immediatamente fuori una dose di cocaina. A quel punto, i militari hanno deciso di estendere la perquisizione anche all’abitazione di residenza del 53enne dove, in un armadio della camera da letto e in un mobile della cantina, sono state rinvenute tre confezioni di cellophane contenenti altri 80 grammi complessivi di cocaina, nonché un bilancino di precisione.

A quel punto, sono scattate le manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Chieti, è stato posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che si terrà lunedì (27 febbraio).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento