Cronaca Francavilla al Mare

Arrestato stupratore seriale a Francavilla: era "l'incubo delle prostitute"

Un uomo di 34 anni di Francavilla al Mare accusato di violenze sessuali e rapine commesse ai danni di prostitute

Un uomo di 34 anni di Francavilla al Mare è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Pescara perchè ritenuto responsabile di violenze sessuali e rapine commesse ai danni di prostitute. Un "seriale", secondo i militari dell'arma, coordinati dal capitano Claudio Scarponi, considerato "l'incubo delle prostitute".

I FATTI L'uomo è accusato di aver violentato una prostituta romena, minacciandola poi di morte nel caso in cui avesse denunciato l'accaduto. Il fatto risale al primo luglio scorso, quando il giovane aveva pattuito con la prostituta la prestazione in un una zona prestabilita, ma poi l'aveva portata in auto altrove, suscitando le proteste della donna e anche l'offerta di una prestazione gratuita nel caso fossero andati nella zona concordata. Il 34enne le aveva quindi strappato il telefono cellulare e portata a S.Silvestro, dove ha abusato sessualmente di lei per un'ora, per poi la riaccompagnarla da dove l'aveva prelevata, minacciandola di morte nel caso in cui avesse parlato.

La donna aveva riportato lesioni e ferite giudicate guaribili in venti giorni. Si è confidata con una amica e poi ha deciso di raccontare in modo dettagliato i fatti ai carabinieri che dopo laboriose indagini i carabinieri sono riusciti a risalire al 34enne, disoccupato e con precedenti penali simili.

Quest'ultimo è stato trovato anche in possesso di una pistola scacciacani che aveva in casa e che aveva utilizzato per un precedente tentativo di violenza.

Secondo quanto riportato dai carabinieri ci sarebbe un'ulteriore violenza accertata nei confronti di un'altra prostituta.

La richiesta d'arresto è stata firmata dal Gip del Tribunale di Pescara, su richiesta del Pm Valentina D'Agostino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato stupratore seriale a Francavilla: era "l'incubo delle prostitute"

ChietiToday è in caricamento