Arrestato a Roma il ragazzo che ha colpito Umberto Ranieri, l'artista di Paglieta morto dopo un'aggressione

Si tratta di un 18enne, sottoposto a fermo. Il pittore era stato colpito con un pugno al volto, aveva sbattuto la testa cadendo a terra e in seguito è morto in ospedale. L'aggressione dopo un invito a non sporcare

Un 18enne di origine tunisina è stato fermato dai carabinieri a Roma perché indiziato dell'omicidio di Umberto Ranieri, l'artista originario di Paglieta aggredito in largo Preneste lo scorso 17 marzo scorso. Il pittore era stato colpito con un pugno al volto, aveva sbattuto la testa cadendo a terra ed era morto qualche giorno dopo in ospedale.

Sul caso hanno indagato i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri Roma Casilina. J.M.A classe 2001, di origini tunisine, con cittadinanza italiana acquisita di recente, è stato sottoposto a fermo perchè ritenuto il responsabile dell’omicidio di Umberto Ranieri, in arte Nniet Brovdi.

L’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Roma, caratterizzata dai pochi elementi indiziari acquisiti dalle testimonianze di alcuni presenti, si è basata principalmente sull'analisi dei filmati di 30 telecamere di circuiti di videosorveglianza installati nei pressi del luogo in cui si è verificata la brutale aggressione. L’attenzione dei carabinieri si è concentrata nei confronti di un gruppo di persone, costituito dall’indagato, dalla fidanzata di origini kossovare e da un’amica di quest’ultima di origini romene.

Ulteriori attività svolte hanno inoltre permesso di individuare elementi probatori a carico del ragazzo fermato, ritenuto materialmente l’autore del pugno in pieno volto subito dall'artista di Paglieta.

Ranieri sarebbe stato colpito al termine della degenerazione di un alterco nato in seguito all’invito rivolto dal pittore al gruppo di giovani, affinché non sporcassero il luogo in cui stavano consumando una bustina di semi di girasole.

L’arrestato, in attesa dell’udienza di convalida, si trova nella casa circondariale di Roma Regina Coeli.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • La simpatia di Alessandra da Chieti conquista la puntata di Avanti un altro

  • Tragico incidente: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna di Chieti

  • Trova i ladri in camera da letto mentre gioca alla Play: paura in casa a Vasto Marina

  • Cane investito e ucciso in pieno centro nell'indifferenza, la rabbia dei padroni: "Il responsabile deve pagare"

  • Concorsone infermieri, in arrivo una valanga di ricorsi: "Ci sono anomalie"  

Torna su
ChietiToday è in caricamento