rotate-mobile
Cronaca

Concussione, truffa e peculato: arrestato l'assessore regionale Luigi De Fanis

Arrestato all'alba nel chietino assieme alla sua segretaria particolare e a due dipendenti della Regione Abruzzo. Perquisizioni in corso a Guardiagrele, Montazzoli, Vasto

Concussione, truffa aggravata e peculato. Con queste accuse è stato arrestato l'assessore regionale alla Cultura Luigi De Fanis, assieme alla sua segretaria particolare e a due dipendenti della Regione Abruzzo:

L'operazione, denominata 'Il Vate' è scattata questa mattina all'alba e ha visto impegnati il personale del Corpo Forestale dello Stato di Pescara, L'Aquila e Chieti.

GLI ARRESTI - Delle quattro misure cautelari, due sono agli arresti domiciliari e due obblighi di dimora: si tratta rispettivamente  dell'assessore e della sua segretaria Lucia Zingariello, residente a Guardiagrele, della responsabile dell'Agenzia per la Promozione Culturale di Sulmona Rosa Giammarco e di un imprenditore residente a Vasto, Ermanno Falone.

SOLDI PER LE MANIFESTAZIONI CULTURALI - L'indagine mira a far luce sulle modalità di erogazione dei contributi in base alla Legge Regionale n.43/73 che disciplina organizzazione, adesione e partecipazione a convegni e altre manifestazioni culturali e ha preso il via dalla denuncia di un imprenditore di Orsogna, noto nel campo della cultura abruzzese, che si è rivolto al Corpo Forestale dopo le continue richieste di denaro ricevute da parte dell'assessore De Fanis in cambio della erogazione di fondi per l'organizzazione di manifestazioni culturali.

Gli accertamenti hanno riguardato in particolare l'erogazione di fondi regionali destinati alla organizzazione degli eventi celebrativi dell'anniversario dei 150 anni della nascita di Gabriele d'Annunzio. Nel corso delle attività sono emerse inoltre ipotesi di peculato d'uso di beni e risorse della Regione Abruzzo per interessi privati.

Cinquanta gli uomini del Corpo Forestale dello Stato sono ancora impegnati nelle perquisizioni domiciliari degli indagati e delle sedi dell'assessorato alle Politiche Culturali della Regione Abruzzo di L'Aquila e di Pescara. In corso la perquisizione della sede dell'Agenzia Regionale per la Promozione Culturale di Sulmona.

E perquisizioni si stanno svolgendo in diverse località del chietino: Guardiagrele, Paglieta, Montazzoli e Vasto. De Fanis è  stato arrestato in provincia di Chieti su disposizione del gip del Tribunale di Pescara Mariacarla Sacco.

Le indagini continuano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concussione, truffa e peculato: arrestato l'assessore regionale Luigi De Fanis

ChietiToday è in caricamento