menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia e perseguita per mesi la ex, poi scappa dai nonni per sfuggire all'arresto: trovato dai carabinieri

Un 33enne era scappato dalla provincia di Pesaro Urbino dopo che la donna aveva trovato il coraggio di denunciarlo per episodi di violenza gravissimi

Per mesi ha sottoposto la compagna a violenze e vessazioni. Poi, quando lei si è ribellata e ha trovato il coraggio di denunciarlo, è scappato dai nonni paterni, a Francavilla al Mare, sperando di sfuggire all'arresto. Ma, per fortuna, è stato rintracciato e sono scattate le manette. 

L'uomo, 33 anni, era ricercato dai carabinieri delle stazione di Cagli (Pesaro Urbino), che hanno allertato i colleghi di Francavilla dopo un'indagine tempestiva e alcuni accertamenti per riuscire a individuare dove potesse essersi rifugiato.

Secondo quanto ricostruito nelle indagini, scaturite nell'ordinanza di custodia firmata dal gip di Urbino, l'uomo per tre mesi ha reso un incubo la vita della ex. 

Si era convinto che lei avesse un'altra storia, così ha iniziato a picchiarla, anche con un bastone mentre era in bagno. In un'altra occasione, mentre lei stava facendo lavori nel pollaio, l'ha afferrata per i capelli, picchiandola con violenza. 

Per due volte, addirittura, il 33enne ha derubato la donna, prima della macchina, poi scippandola della borsa, per riuscire a impossessarsi del suo cellulare, pensando di trovare le prove di un tradimento che però era solo nella sua testa. 

Finalmente, la ex compagna lo ha denunciato. E, compreso il rischio, l'uomo si è dileguato. I carabinieri di Cagli hanno ristretto il campo delle persone che avrebbero potuto dargli supporto nella fuga, scoprendo che i nonni paterni del 33enne vivono a Francavilla.

Così, hanno contattato i colleghi della stazione abruzzese che, dopo qualche accertamento, si sono presentati a casa degli ignari anziani e hanno trovato l’uomo. 

Lui si aspettava l'arresto e non ha fatto storie alla vista dei militari. Ora si trova agli arresti domiciliari, lontano dalla compagna che potrà vivere un periodo di tranquillità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento