rotate-mobile
Cronaca Vasto

Maltrattamenti alla moglie davanti ai figlioletti, violenza sessuale e stalking: arrestato un uomo

Dopo anni da incubo, la donna si è rivolta agli agenti del commissariato: nonostante il divieto di avvicinamento, ha aggredito lei e il nuovo compagno in un centro commerciale

È accusato di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale, stalking e lesioni personali aggravate nei confronti della moglie e dei figli minorenni o comunque in presenza di questi ultimi. Per questo, un uomo di 35 anni di Vasto è stato arrestato dagli agenti del locale commissariato e posto ai domiciliari

Un provvedimento, quello emsso dal gip del tribunale vastese, dopo la richiesta della procura, che arriva proprio in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere. 

Dopo anni di soprusi e violenze, la donna, lo scorso settembre, si è decisa a denunciare il marito. Agli agenti ha raccontato uno scenario da incubo, sopraffazioni non solo nei suoi confronti, ma anche dei bambini. 

Le indagini condotte dal personale del commissariato hanno permesso di accertare che la signora e i figli erano stati offesi nel decoro e nella dignità, facendoli precipitare in una condizione di sofferenza fisica, morale e psichica. 

La donna veniva continuamente offesa e minacciata davanti ai bambini e, in un'occasione il marito, completamente ubriaco, l'aveva colpita violentemente alla testa, causandole la perforazione del timpano.

Un'altra volta, l'ha minacciata con un coltello e colpita con un pugno al volto di fronte ai piccoli, che sono stati spintonati dal padre. In alcune occasioni, addirittura, la donna era stata costretta a subire rapporti sessuali contro la sua volontà.

L'autorità giudiziaria, inizialmente, ha imposto all'uomo un divieto di avvicinamento a meno di 500 metri nei luoghi frequentati da moglie e figli, ma il provvedimento è stato violato più volte, anche con pedinamenti e telefonate continue. 

La donna è nuovamente precipitata in uno stato di ansia e paura, manifestando un fondato timore per la propria incolumità e per quella del nuovo compagno a cui si era legata nel frattempo. L'episodio culmine, che ha spinto ad aggravare la misura, è avvenuto a fine ottobre: la donna e il nuovo compagno sono stati aggrediti con calci, pugni e schiaffi all'interno di un centro commerciale di Vasto e l'uomo ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni.

A quel punto, è scattata la richiesta degli arresti domiciliari, convalidata dal Gip. 

La Polizia di Stato, in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere e attraverso la campagna di sensibilizzazione "...Questo non è amore 2021", rinnova il proprio impegno a informare e sensibilizzare le vittime, a rompere il muro di silenzio e a denunciare o segnalare ogni episodio, per interrompere l'escalation di violenza che spesso tollerano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti alla moglie davanti ai figlioletti, violenza sessuale e stalking: arrestato un uomo

ChietiToday è in caricamento