Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Gissi

Gissi: arrestato l'uomo che mise fuoco alle auto di Cozzolino

Si tratta di un 43enne di Gissi, i carabinieri lo hanno arrestato per incendio doloso. La sera dell'11 dicembre scorso incendiò in un parcheggio condominiale una Fiat 500 e una Citroen C2 di proprietà della figlia e della sorella del pregiudicato Lorenzo Cozzolino

Fermato l’autore dell’incendio doloso che l’11 dicembre scorso danneggiò due auto del camorrista Lorenzo Cozzolino.

Si tratta di un 43enne di Gissi, L.C., i  carabinieri lo  hanno arrestato questa mattina (14 gennaio) per incendio doloso, a seguito delle indagini della Compangia di Gissi, coadiuvati dai militari del NOR di Vasto. L’uomo si trovava già in carcere, per la precisione in quello di Lanciano, in quanto tra i 63 indagati nella vasta operazione antidroga denominata “Tramonto”, compiutasi nei giorni scorsi a Vasto.

Questi i fatti relativi al rogo: la sera dell’11 dicembre scorso, verso le 21.30 in località Rosario, all’interno di un parcheggio condominiale, venivano incendiate una Fiat 500 e una Citroen C2 di proprietà rispettivamente della figlia e della sorella del pregiudicato Cozzolino. L’incendio delle autovetture aveva messo in pericolo anche l’incolumità degli altri inquilini presenti all’interno dell’edificio.

Ricordiamo che il boss napoletano Cozzolino era in carcere dal 22 novembre assieme alla moglie per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

L.C. è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Vasto, il provvedmento di arresto si è reso necessario per l'Autorità Giudiziaria considerando la gravità dell’incendio e la pericolosità sociale dell'uomo.


Secondo i carabinieri di Vasto il grave episodio sarebbe scaturito a seguito di contrasti venutesi a creare tra l’arrestato e la famiglia Cozzolino nell’ambito della gestione di traffici illeciti.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gissi: arrestato l'uomo che mise fuoco alle auto di Cozzolino

ChietiToday è in caricamento