Cronaca

Urla e minacce alla compagna e ai figli minorenni dopo aver distrutto i mobili: arrestato

All'alba di stamattina l'uomo ha terrorizzato i suoi familiari, ma la donna è riuscita ad allertare i carabinieri che sono intervenuti subito

Il coraggio della compagna, che è riuscita a lanciare l'allarme mentre lui distruggeva i mobili e minacciava lei e i figli minori, lo ha portato all'arresto. 

L'episodio risale alle prime ore di questa mattina, quando una donna di Lanciano ha chiesto aiuto ai carabinieri, descrivendo una situazione terribile. Il compagno, un 45enne del posto, era in preda all'ira e, dopo aver danneggiato alcune suppellettili, ha iniziato a terrorizzare la signora e i ragazzini. 

Nel timore che potesse accadere qualcosa di irreparabile, ha spinto la donna a chiamare il 112. Immediatamente sono intervenuti i carbainieri del radiomobile della compagnia diretta dal maggiore Vincenzo Orlando. 

Con non poca fatica, i carabinieri sono riusciti a mettere in sicurezza l'uomo che, alla vista delle divise, ha reagito con urla, minacce e provocazioni, arrivando a compiere atti di autolesionismo. 

A quel punto, sono scattate le manette e il 45enne è stato accompagnato negli uffici della caserma, dove è stato ricostruito quanto accaduto stamani. Si è accertato inoltre che l'uomo era già noto alle ofrze dell'ordine per reati specifici, tanto che gli era stato comminato il divieto di avvicinamento alla ex moglie. 

Informata la procura della Repubblica presso il tribunale di Lanciano, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in un'altra località.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urla e minacce alla compagna e ai figli minorenni dopo aver distrutto i mobili: arrestato

ChietiToday è in caricamento