menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato con un chilo di marijuana nella valigia: la droga era destinata all'area Chieti-Pescara

Settimana intensa per la Polizia a Chieti e provincia: sei arresti, venti denunce e un foglio di via

Novantadue posti di controllo con l’identificazione di circa 800 persone e di circa 900 veicoli, due mezzi rubati rinvenuti, duecento contravvenzioni dal codice della strada e dieci ritiri di patenti per guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’influsso di stupefacenti. E’ il bilancio dell’attività di controllo disposta dalla Questura di Chieti durante la Settimana Santa, dal 26 al 31 marzo, sull’intera provincia. Gli interventi sono stati eseguiti dal personale della Questura teatina, dai Commissariati di Vasto e Lanciano, dalla sezione polizia stradale di Chieti e dalle sue unità operative distaccate e del reparto prevenzione crimine di Pescara.

Per quanto riguarda la specifica attività di polizia giudiziaria, nel periodo pasquale sono state tratte in arresto, in flagranza di reato e in esecuzione di ordinanze di misure cautelari da parte delle competenti autorità giudiziarie, sei persone che si sono rese responsabili, in diverse circostanze, di furti aggravati e detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare sabato sera, durante i controlli effettuati dagli agenti della Squadra Mobile resso gli scali ferroviari, un cittadino extracomunitario, L.G.,  da anni domiciliato nel pescarese e proveniente dal nord Italia è stato fermato e arrestato dopo essere stato trovato in possesso di circa un chilo di marijuana rinvenuta all’interno del proprio bagaglio e destinata allo smercio sulla costa pescarese-teatina.

I denunciati a vario titolo sono stati venti nella sola Settimana Santa.

Anche l’attività di polizia anticrimine ha avuto il suo rilievo con l’irrogazione di un provvedimento di foglio di via obbligatorio a carico di un soggetto residente nel napoletano, che nella circostanza, veniva allontanato dal territorio comunale di San Giovanni Teatino, e di un divieto di accedere alle manifestazioni sportive a seguito di fatti avvenuti durante un incontro calcistico di serie D.

Il piano generale dei servizi straordinari di prevenzione proseguirà anche nei prossimi mesi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento