menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scappa alla vista della polizia perché trasportava marijuana: scattano le manette e la sanzione amministrativa

Un 23enne teatino era a Francavilla al Mare: dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e della violazione delle norme anti Coronavirus

Giravano in macchina, una piccola utilitaria, a Francavilla al Mare, senza alcuna ragione, nonostante i divieti per il Coronavirus. Per questo, ieri pomeriggio due giovani sono stati fermati dagli agenti della squadra mobile di Chieti, per i controlli del caso disposti dal questore Ruggiero Borzacchiello.

Appena gli agenti hanno intimato l'alt, la persona che sedeva sul lato passeggero ha aperto lo sportello e ha iniziato a correre per fuggire al controllo. Dopo un rocambolesco inseguimento, gli agenti sono riusciti a bloccare il giovane, che è stato sottoposto a perquisizione: addosso aveva tre involucri contenenti 150 grammi di marijuana. 

A quel punto, è scattata la perquisizione domiciliare, nel corso della quale sono state ritrovate altre sostanze stupefacenti e sostanza da taglio. Dopo aver effettuato i dovuti controlli, gli agenti hanno scoperto che il giovane era già noto alle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti e solo pochi giorni fa aveva ricevuto la misura di prevenzione dell'avviso orale del questore. 

Per questo, sono scattati gli arresti: il 23enne, di Chieti, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e gli è stata comminata una sanzione amministrativa per aver violato le disposizioni governative volte al contenimento epidemiologico da Covid 19.

Al momento, per quanto riguarda l’attività della Polizia di Stato, dal trend dei monitoraggi effettuati sullo stato di emergenza epidemiologica di massima emerge che in ambito provinciale i cittadini si sono man mano adeguati al rispetto delle normative, ma si ritiene opportuno invitare ulteriormente tutta la cittadinanza, per il bene comune e la salute di tutti, a “restare a casa”, limitando gli spostamenti per le sole comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza e/o necessità o per motivi di salute ed a rispettare tutte le normative seguendo le indicazioni igienico-sanitarie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento