È incinta, può scontare la sua pena ai domiciliari: arrestata lancianese

L.P., 32 anni, potrà evitare il carcere sino al trentesimo giorno successivo alla data del parto

Immagine di repertorio

Essendo in stato di gravidanza potrà scontare la sua pena agli arresti domiciliari sino al trentesimo giorno successivo alla data del parto. E ieri L.P., 32 anni, originaria di Lanciano, è stata arrestata dagli agenti della Squadra mobile di Pescara su disposizione della procura della Repubblica presso il tribunale di Pescara. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai domiciliari finiti anche S.C., 25enne originario di Pescara, per l’espiazione di una pena complessiva di 1 mese di reclusione; T.M., 45enne originario di Pescara, per l’espiazione di una pena di 2 anni 3 mesi e 28 giorni di reclusione e S.F., 43enne originario di Pescara, per l’espiazione di una pena complessiva di 3 anni, 2 mesi e 23 giorni di reclusione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento