Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Ortona

Approvato Ombrina Mare 2: il mega-impianto petrolifero di fronte alla costa dei trabocchi

Il Ministero dell'Ambiente in zona Cesarini approva il mega-progetto petrolifero a sei chilometri dalla costa teatina. Il Wwf annuncia il ricorso al Tar

Una gravissima notizia per il mare e il turismo abruzzese arriva oggi dal Wwf Abruzzo: Il  Ministero dell'Ambiente ha approvato il mega-progetto “Ombrina Mare”: la piattaforma per estrazione di petrolio di fronte alla Costa dei Trabocchi.

Sul litorale fra Ortona, San Vito, Rocca San Giovanni, Fossacesia e Torino di Sangro l’inglese Mediterranean Oil and Gas potrà costruire un centro oli galleggiante lungo 350 metri per la desolforazione sul posto del petrolio e del gas estratto dai fondali marini. Tutto ciò ad appena 9 chilometri dalla riva e con la piattaforma a circa a 6 km dal sito di interesse comunitario  Fosso delle Farfalle e vicinissima a da altri siti di interesse comunitario.

Per il Wwf si tratta di un regalo ai petrolieri fatto dal Governo Monti in zona Cesarini. L'associazione ora invita gli enti a una mobilitazione immediata per attivare le procedure di ricorso al T.A.R. non appena il provvedimento sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. “Chiediamo a tutti i candidati di schierarsi affinché chiunque vada al governo blocchi immediatamente questo sciagurato progetto che mina alla base qualsiasi ipotesi di futuro per il bellissimo tratto di costa teatino che deve diventare parco nazionale” dichiara Fabrizia Arduini, referente Energia del Wwf Abruzzo.

I RISCHI Secondo le stime della stessa MOG, ogni giorno saranno immessi in atmosfera circa 200 tonnellate di fumi da combustione dai motori, dal termodistruttore e dalla torcia atmosferica. Nei pochi mesi di perforazione e prove di produzione saranno prodotti 14mila tonnellate di rifiuti tra fanghi perforanti e altro.

L’ITER ANTIDEMOCRATICO La concessione Ombrina Mare aveva avuto un preavviso di rigetto nel 2010 in sede di V.I.A. dal Ministero dell'Ambiente grazie al Decreto Prestigiacomo ma il Decreto Sviluppo varato dal Governo Monti nell'estate 2012 ha consentito alla MOG di riaprire nuovamente la discussione, escludendo  i cittadini dalla possibilità di inviare nuovamente osservazioni contrarie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato Ombrina Mare 2: il mega-impianto petrolifero di fronte alla costa dei trabocchi

ChietiToday è in caricamento