rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Da Chieti all'America, dopo 60 anni cerca i suoi parenti biologici: l'appello di Gigliola

Nata a Chieti nel 1957, adottata a poco più di un anno da una famiglia statunitense, oggi la donna vuole ricostruire le sue vere origini

Un appello che arriva da oltreoceano, dagli Stati Uniti, in cerca di parenti di sangue che possano farle ricostruire le sue origini. E allora occhi aperti e memoria in moto: Gigliola, nata a Chieti quasi 60 anni fa, cerca di rimettere insieme i fili della sua storia personale e, per farlo, ha chiesto aiuto a ChietiToday e a tutti i teatini che possano riuscire a ricordare qualcosa. 

Gigliola Zuretti nasce a Chieti il 15 aprile 1957 e poco più di un anno dopo viene dichiarata adottabile. Inizia così la trafila per i documenti, le viene assegnato un passaporto per viaggiare verso gli Stati Uniti, in California, dove troverà la sua nuova famiglia. 

passaporto-2 passaporto2-2

Frank Francis Melillo e la moglie Marian Excelia Melillo, giovane coppia statunitense, riescono a ottenere l’adozione della piccola teatina, che diventa un’americana a tutti gli effetti.

Oggi, a quasi 60 anni, Gigliola ha deciso di rimettere insieme i tasselli. Non sa molto della sua terra d’origine, né dei suoi genitori biologici e non parla neppure la lingua italiana. Ma chiede aiuto a quelli che sente ancora come suoi concittadini, a nonni o zii più avanti con l’età: qualcuno, in città, ha memoria di quella bimba con le guance tonde, portata via verso un altro continente?

certificato di adozione-3

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Chieti all'America, dopo 60 anni cerca i suoi parenti biologici: l'appello di Gigliola

ChietiToday è in caricamento