Cronaca Fossacesia

Antenne a Fossacesia, il sindaco: "Abbiamo sospeso i lavori"

L'amministrazione ha chiesto la sospensione immediata dei lavori di installazione dell'antenna della Wind. Manifestano i cittadini sul sito: chiedono un risarcimento danni per la svalutazione di immobili e terreni

Un’ordinanza di sospensione immediata dei lavori di installazione dell’antenna, l’invito a tutte le verifiche del caso agli Enti preposti e l’incontro con la ditta installatrice per proporre un sito alternativo a quello scelto.

Sono le attività intraprese dal sindaco di Fossacesia Fausto Stante contro l’installazione del ripetitore a ridosso delle case nella frazione Marina, comunicate al movimento dei cittadini contrari nell’incontro martedì pomeriggio al Comune. “Abbiamo provveduto tramite un’ordinanza – ha spiegato Stante – a sospendere immediatamente i lavori e abbiamo chiesto agli Enti pertinenti (Autorità di Bacino dei Rilievi Regionali dell’Abruzzo, Protezione Civile, Provincia di Chieti ARTAbruzzo, ASL), di verificare, ognuno a seconda delle proprie competenze, quanto segnalatoci dalle Associazioni e dai cittadini”.

L’ordinanza, trasmessa anche al Corpo Forestale dello Stato, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alla Prefettura, alla Procura della Repubblica e al SUAP, sarà seguita da un incontro, previsto per la settimana prossima, tra l’amministrazione e la Wind, società proprietaria dell’antenna, nel quale verrà proposto un sito alternativo, lontano da case e nuclei abitativi e di proprietà del comune, per il posizionamento del ripetitore.

“Stiamo facendo tutto il possibile per risolvere il problema, - prosegue il sindaco Stante – benché, purtroppo, esista un decreto legge che prevede questo tipo di installazioni su tutto il territorio comunale. Da mesi stiamo lavorando ad un piano antenne, totalmente assente nel nostro paese e ormai in via di definizione, nel quale abbiamo individuato le aree sensibili in cui non sarà più possibile posizionare antennei. Ci auguriamo che le nostre proposte vengano accolte, perché per noi anche la protesta di un solo cittadino è degna di attenzione”.

Sullo stesso argomento è intervenuta l’associazione MirAl Servizi ai cittadini, portavoce del Comitato cittadino di Fossacesia, che chiede un risarcimento danni per la svalutazione di immobili e terreni. ’”L’amministrazione si è impegnata a chiedere il blocco dei lavori per un mese, quindi riconosciamo la buona volontà della stessa, ma non possiamo dimenticare che se oggi ci troviamo a manifestare per la tutela del territorio e della salute è perché il Via ai lavori è stato firmato con delibera di giunta “ dichiara Miriam Casturà. Martedì ‘era stata una manifestazione sul sito dell’antenna, in via della Marina.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenne a Fossacesia, il sindaco: "Abbiamo sospeso i lavori"

ChietiToday è in caricamento