Cronaca Centro Storico / Via Filandro Vicentini, 8

Amianto nel pavimento della scuola di via Bosio: il preside fu rassicurato, ma volle fare la analisi

Ora i rappresentanti d'istituto sollecitano il Comune e invitano tutti gli istituti a vigilare con attenzione. Il primo sospetto da un genitore: le piastrelle di vinil amianto erano molto usate in passato

Vogliono evitare inutili allarmismi, i rappresentanti della scuola primaria di via Bosio Rossano Angelini, Katia Leone e Lina Sapio , ma, allo stesso tempo, invitano i genitori delle altre scuole di Chieti a "a compiere tutte le iniziative necessarie tese a verificare che tutti i rischi per la salute e sicurezza degli istituti siano stati correttamente valutati". 

Risale a pochi giorni fa la scoperta che un terzo del pavimento della scuola del Villaggio Celdit è fatto con fibre di amianto. Un particolare - di non poca rilevanza, considerato che le fibre di amianto sono vietate in Italia da 25 anni - emerso soltanto di recente, quando un genitore si è insospettito notando le piastrelle di vinil amianto, molto usate fino agli anni Ottanta negli edifici pubblici. 

Subito si è rivolto al dirigente Ettore D'Orazio, che a sua volta ha chiesto informazioni all'assessorato alla Pubblica Istruzione, da cui ha ricevuto rassicurazioni. Ma il preside ha deciso di approfondire, chiedendo l'autorizzazione ad effettuare analisi approfondite, di cui sono stati informati tutti i genitori. Nel frattempo, a scopo precauzionale, il pavimento è stato coperto nei punti danneggiati, per evitare che i bambini venissero a contatto con il materiale. 

E, alla fine, il genitore e il preside hanno avuto ragione. I risultati delle analisi, effettuate a novembre, sono arrivati pochi giorni fa e discussi nel consiglio d'istituto di lunedì (12 giugno), che ha inviato un documento al Comune, in cui si precisano tutti gli obblighi e le procedure previsti dalla legge che, in quanto proprietario dell'immobile, è tenuto a rispettare, in particolare la bonifica. Inoltre, il dirigente scolastico ha chiesto un incontro da allargare anche a operatori scolastici e genitori. 

Ma cosa è emerso dalle analisi, effettuate dal laboratorio di analisi Biochem sas? Nel campione del pavimento vinilico di colore marrone, è stata rilevata presenza di amianto pari al 26,1%. Si arriva al 29,9% per il pavimento viniclico di colore rosso. 

Al momento, fortunatamente, non ci sono pericoli reali: le fibre di amianto sono ben incapsulate in una matrice stabile, per cui non possono diffondersi nell'ambiente, tanto più che il materiale non è danneggiato. Tuttavia, i rappresentanti dei genitori premono affinché il problema venga risolto prima che il pavimento possa deteriorarsi, lasciando disperdere le fibre di amianto nocivo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto nel pavimento della scuola di via Bosio: il preside fu rassicurato, ma volle fare la analisi

ChietiToday è in caricamento