rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Discarica incendiata a Colle Sant'Antonio: spunta pure l'amianto

Il Movimento 5 Stelle Chieti denuncia la presenza del materiale pericoloso conferito nella discarica della vergogna: scatole di cartone piene di pezzi di amianto si aggiungono agli enormi quantitativi di rifiuti, mai identificati, che si sono accumulati nel corso degli anni e a quelli comparsi dopo l'incendio

La discarica abusiva di Colle Sant'Antonio, incendiata lo scorso 28 giugno torna pericolosamente in attività. Dopo le foto che segnalavano la presenza di scatoloni e nuovi rifiuti conferiti nella zona, che attende ancora di essere bonificata, un'altra denuncia arriva dal Movimento 5 Stelle Chieti: nella discarica di recente sono state conferite di scatole di cartone piene di pezzi di amianto.

"La scoperta è stata fatta da alcuni attivisti nel corso di una delle tante attività di controllo del territorio che vengono poste in essere per far fronte alle carenze organizzative ed economiche del Comune di Chieti" riferisce il portavoce Ottavio Argenio, consigliere comunale, che aggiunge: "Non serve ricordare quanto pericoloso sia l'amianto, serve forse ribadire che il sindaco è la massima autorità sanitaria a livello locale e che sullo stesso gravano dei compiti specifici anche di prevenzione nei confronti di quelle situazioni potenzialmente nocive per l'ambiente e per la salute.

Basterebbe installare qualche semplice fototrappola per scongiurare le velleità di qualche incivile o per assicurare che chi inquina paghi, come vuole la normativa vigente nel nostro Paese ma, soprattutto, per tutelare più efficacemente la salute pubblica".

Le scatole di amianto, piene fino all'orlo, si aggiungono agli enormi quantitativi di rifiuti, mai identificati, che si sono accumulati nel corso degli anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica incendiata a Colle Sant'Antonio: spunta pure l'amianto

ChietiToday è in caricamento