menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambulatori della Asl chiusi alla festa del patrono: scoppia la polemica a Lanciano

Ma il direttore Flacco replica: "Chiusi solo ambulatori che svolgono attività programmate. Nessuna interruzione di pubblico servizio"

La chiusura degli ambulatori della Asl a Lanciano oggi, in occasione della festa patronale a Lanciano, ha generato qualche polemica nella città frentana. Un'Usanza, quella di sospendere alcune attività ospedaliere nei giorni di festa del santo Patrono, che riguarda i vari Comuni della provincia. La stessa cosa accade a Chieti l'11 maggio o a Vasto il 29 settembre di ogni anno. Ma le prestazioni di pronto soccorso e le urgenze restano ovviamente garantite.

A tal proposito il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Pasquale Flacco, replica in una nota: "Non si configura alcuna interruzione di pubblico servizio nell’osservanza della Festa patronale da parte del personale addetto ai servizi nelle strutture sanitarie. Esattamente come accade in tutti i giorni festivi previsti nel calendario, che sia Natale o Ferragosto. Ovviamente resta garantita, come sempre, l’urgenza - prosegue Flacco - assicurata dal Pronto Soccorso, dai reparti ospedalieri e dai servizi di diagnostica. Le altre attività, che erogano prestazioni programmate, come per esempio l’Oncologia, l’Odontoiatria, i Poliambulatori non hanno calendarizzato appuntamenti per questa giornata, pertanto non interrompono alcunché né ledono il diritto alla salute dei cittadini.

Godere del riposo alla festa del patrono - aggiunge Flacco - è un diritto del lavoratore previsto dal contratto e che non può essere censurato. All’ospedale di Lanciano i reparti sono attivi come sempre, così come i servizi di emergenza, e la tutela degli utenti è quella di sempre. Certo, se il giorno di chiusura non è stato in qualche servizio adeguatamente segnalato è stato commesso un errore, del quale l’Azienda si scusa preventivamente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento