rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

Anche la colonna mobile regionale dell’Abruzzo si mobilita per l'alluvione in Emilia Romagna

Il Dipartimento nazionale della protezione civile ha indirizzato il contributo delle colonne mobili regionali nell’ambito del disastroso scenario alluvionale che sta interessando l’Emilia Romagna

La colonna mobile regionale dell’Abruzzo si mobilita per offrire il proprio aiuto all'Emilia Romagna devastata dall'alluvione e dove ad oggi si contano 14 vittime e danni incalcolabili.

Nella giornata di domani, sabato 20 maggio, la colonna mobile della Regione Abruzzo raggiungerà la zona di Cesena e Cervia per sostenere le impegnative attività di sgombero delle masserizie e del fango nelle abitazioni devastate dalla furia delle acque. Saranno utilizzati minipale, idrovore, motopompe, moduli antincendio, un’autocisterna da 31.000 litri, generatori elettrici, attrezzature manuali, ma soprattutto la professionalità e la generosità dei volontari di Protezione civile abruzzesi che saranno coordinati dai funzionari dell’Agenzia regionale.

“Dopo Senigallia nel settembre scorso, siamo pronti per un’altra manifestazione di competenza e solidarietà nei confronti di chi è in difficoltà – dichiarato Mauro Casinghini, direttore dell’Agenzia di protezione civile della Regione Abruzzo -. Sarà un impego non breve e non semplice che coinvolgerà il nostro volontariato, sempre pronto a rispondere in ogni situazione” 

“Ancora una volta il cuore dell’Abruzzo e della sua gente raggiungerà chi ha bisogno – afferma invece il presidente Marco Marsilio- siamo stati tutti impressionati da quanto abbiamo visto in questi giorni. Mi piacerebbe pensare che ogni cittadino di questa regione possa accompagnare con il pensiero ogni nostro volontario al lavoro nel fango, che desidero ringraziare sin da subito per la straordinaria disponibilità che dimostrano in ogni circostanza”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche la colonna mobile regionale dell’Abruzzo si mobilita per l'alluvione in Emilia Romagna

ChietiToday è in caricamento