Subisce i maltrattamenti del marito per anni, ma la denuncia della figlia fa scattare l'allontanamento dalla famiglia

Un 71enne di Fraine è stato ritenuto colpevole di violenza psicologica e fisica nei confronti della consorte

È stata la figlia, che non vive più con la coppia, a rivolgersi ai carabinieri di Castiglione Messer Marino, perché preoccupata per la mamma. Da tempo, infatti, la donna subiva maltrattamenti fisici e psicologici dal marito, che non aveva mai denunciato, sperando in un cambiamento. 

Purtroppo, l'uomo non ha mai modificato il suo atteggiamento violento, anzi peggiorando nel corso del tempo. E, alla fine, la figlia ha denunciato una situazione diventata insopportabile. 

Così, ieri pomeriggio, il personale del comando stazione di Castiglioen Messer Marino ha eseguito l'ordinanza di applicazione di misura cautelare dell’allontanamento dalla casa famigliare per il 71enne residente a Fraine, ritenuto responsabile dei maltrattamenti alla moglie, coetanea. 

La figlia, che vive a Vasto, ha fatto scattare le indagini. Subito, la vittima è stata ascoltata dai carabinieri e, nonostante qualche reticenza iniziale, si è aperta con i militari. Un racconto drammatico, il suo, che ha fatto emergere anni di sofferenze fisiche e morali, dovute ai comportamenti vessatori, violenti e prevaricatori del marito.

Dal racconto della donna è emerso un quadro familiare contrassegnato dalla opprimente presenza del marito, che spesso sfogava i propri impulsi violenti nei confronti della moglie, oggetto di ingiustificati e continuati atti di violenza fisica e psicologica, riservando alla consorte un “trattamento” del tutto incompatibile con i sentimenti di affetto e reciproco rispetto che dovrebbero animare il quotidiano rapporto coniugale. 

La donna viveva giornalmente e da diversi anni sotto la minaccia fisica da parte del coniuge che non perdeva occasione per denigrarla e ingiuriarla. In più, il marito pretendeva il controllo totale delle entrate finanziarie.

Le dichiarazioni raccolte dai carabinieri, supportate da altri elementi investigativi, hanno permesso di fornire all’autorità inquirente di Vasto un quadro indiziario consistente e preciso, atto a dimostrare la responsabilità dell’indagato, ritenuto pericoloso per l’incolumità della donna. Per questo motivo, è stata avanzata alla procura vastese la richiesta, accolta dal Gip, di allontanamento dalla casa familiare dell’uomo.          

È la seconda misura cautelare per violenze consumate all’interno del nucleo familiare eseguita nell’arco di un mese dai carabinieri di Castiglione Messer Marino. Il 13 maggio scorso, era toccato a un 39enne del posto, allontanato perché violento nei confronti dei genitori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento