Cronaca Vasto

Picchia la moglie e minaccia con un coltello i figli intervenuti per difenderla

Dopo anni di violenza, un 45enne di Vasto ora non può più avvicinarsi alla casa o ai luoghi frequentati dai familiari

Da anni era violento con la moglie e da qualche tempo aveva iniziato anche con i figli, una ragazza maggiorenne e un ragazzo minorenne. I familiari non avevano mai denunciato ciò che subivano, fino all'altra sera, quando l'ennesimo episodio di follia da parte dell'uomo li ha spinti a chiamare le forze dell'ordine. E ora il 45enne ha ricevuto il divieto di avvicinamento a moglie e figli, perché deve rispondere di maltrattamenti in famiglia. L'ordinanza è stata eseguita ieri, da personale del settore anticrimine del commissariato di Vasto. 

Protagonista di questa triste vicenda è una famiglia vastese. Cinque giorni fa, la madre ha chiamato il 113, allarmata perché il marito, dopo una discussione, stava distruggendo la casa. Subito sono intervenuti gli agenti della squadra volante, che hanno trovato madre e figli fuori dall'abitazione, spaventati perché poco prima il padre li aveva minacciati con un grosso coltello.

Secondo quanto è stato possibile ricostruire, l'uomo, ubriaco, ha iniziato a inveire contro la moglie, arrivando a schiaffeggiarla, finché non è intervenuto a sua difesa il figlio. Così, se l'è presa anche con il ragazzo, minacciandolo con un coltello. Nella confusione, la donna ha chiamato la figlia maggiore, che in quel momento si trovava fuori casa, e la polizia. 

La ragazza, una volta arrivata, è entrata in casa per cercare di calmare il genitore, ma purtroppo senza successo. L'uomo prima l'ha minacciata con un martello, poi ha preso un grosso coltello da carne e ha trascinato via la giovane, minacciando di ferire l'altro figlio che lo aveva aggredito. 

I ragazzi sono riusciti a disarmare il padre, facendo cadere il cotello nel lavandino per poi scappare fuori casa, ma lui non ha desistito, brandendo un'altra lama e uscendo a sua volta per cercare di far loro del male. Fortunatamente, l'arrivo della polizia ha scongiurato il peggio. Il 45enne ha gettato il coltello a terra, accanto alla sua macchina e poi, su richiesta degli agenti, che hanno messo in sicurezza le vittime, si è allontanato da casa. 

Nel giro di pochi giorni, le indagini hanno permesso di ricostruire anni di violenze psicologiche e fisiche da parte dell'uomo che spesso rientrava ubriaco e sottoponeva i suoi familiari a giornate da incubo. 

Ora, fortunatamente, la moglie e i figli si sono decisi a denunciare. Il padre violento non potrà avvicinarsi alla casa o ai luoghi frequentati dai suoi familiari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie e minaccia con un coltello i figli intervenuti per difenderla

ChietiToday è in caricamento