rotate-mobile
Cronaca

Rientrato allarme meningite batterica all'ospedale SS. Annunziata

Qualche giorno fa un detenuto del carcere di Sulmona era stato ricoverato d'urgenza nel reparto di Rianimazione del policlinico di Chieti dopo essere entrato in coma per una sospetta meningite

Rientra l’allarme per un detenuto del carcere di Sulmona ricoverato all’ospedale di Chieti con una sospetta meningite batterica. Dagli esami a cui l’uomo è stato sottoposto al policlinico è emerso che si tratta meningite di tipo virale, patologia non contagiosa che ha fatto tirare un sospiro di sollievo anche all’interno del supercarcere peligno, come ha riferito il responsabile dell’area medico-sanitaria Fabio Federico.

Il paziente era stato ricoverato d'urgenza nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Chieti dopo essere entrato in coma per una sospetta meningite.

Le sue condizioni sono migliorate e già tra domani e dopodomani dovrebbe essere trasferito nel reparto malattie infettive del San Salvatore dell’'Aquila.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rientrato allarme meningite batterica all'ospedale SS. Annunziata

ChietiToday è in caricamento