Poggiofiorito, vendemmia a rischio per gli attacchi dei cinghiali, l'allarme di Carulli

"Le nostre coltivazioni di pinot nero sono state gravemente colpite - spiega il titolare della cantina Terre di Poggio - con danni per decine di migliaia di euro. Ho inviato una comunicazione alle istituzioni competenti e mi auguro che la risposta sia immediata e risolutiva"

I vigneti rovinati (foto da Facebook)

Torna l'allarme cinghiali in provincia di Chieti. A lanciare l'allerta per un'invasione che mette a rischio i vigneti e la produzione vitivinicola è Destro Carulli, titolare della cantina Terre di Poggio, a Poggiofiorito, che chiede l'intervento urgente delle istituzioni "per porre un argine a questa piaga". Gli ungulati, infatti, attaccano soprattutto le coltivazioni a filare, causando danni per decine di migliaia di euro. 

"Le nostre coltivazioni di pinot nero sono state gravemente colpite - spiega - con danni per decine di migliaia di euro, e sono tante le aziende nelle nostre condizioni. Ho inviato una comunicazione alle istituzioni competenti e mi auguro che la risposta sia immediata e risolutiva visto che rischiamo di compromettere la vendemmia. Siamo addirittura costretti a sorvegliare costantemente i vigneti per evitare nuovi danni e cio' comporta un grande aumento dei costi che si aggiunge ai danni alle coltivazioni".

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

Torna su
ChietiToday è in caricamento